Come raffreddare i bollenti spiriti =)

In questo post spiegherò come ripulire il proprio notebook dalle insidie della polvere: il peggior nemico, infatti, delle piccole ventole dei notebook è proprio questa, che senza alcun filtro entra nel circuito di raffreddamento e impedisce una corretta areazione!
Questo causa un surriscaldamento del pc, in particolare della Cpu!

Fortunatamente i sistemi operativi “sentono” questo calore anomalo e impediscono il danneggiarsi del notebook, forzando lo spegnimento del computer. Sicuramente, pero’, non è positivo avere una Cpu che lavora ad alte temperature e a lungo andare puo’ causare danni irreparabili: vediamo dunque come evitarlo!
Quanto segue è da intendersi come semplici direttive, non mi prendo alcuna responsabilità su danni riportati ai vostri notebook.

Ho preso in esame il mio notebook, un Acer Aspire 1360, credo pero’ che la procedura sia comune alla maggior parte dei modelli Acer!
Prima di tutto, assicuriamoci che l’alimentazione sia interrotta e quindi togliamo la batteria dal notebook, in secondo luogo cominciamo a smontare i pannelli superiori:
togliamo le due mascherine con un cacciavite, smuovendole delicatamente.

1-prima2.jpg

E’ sottointeso che tutte le procedure sono da attuarsi con estrema cura e con molta pazienza.

Tolte le mascherine, togliete le viti, e, sollevate la mascherina centrale, aiutandovi sempre con un cacciavite e sollevando anche la parte della mascherina incastrata sul retro.

2-prima-2.jpg 3-seconda.jpg

Smontata la mascherina, dobbiamo rimuovere la tastiera, per far questo dovete semplicemente farla scivolare verso il monitor, sempre con molta delicatezza, poiché è vitale non danneggiare i collegamenti con la scheda madre.

4-terza.jpg

Ora abbiamo davanti la nostra ventola incriminata e il dissipatore della Cpu!

5-quarta.jpg

Togliamo le viti, seguendo l’ordine numerico stampato sul dissipatore, e stacchiamo l’alimentazione della ventola.

6-quinta.jpg

Ora concentriamoci sulla pulizia del dissipatore: prima di tutto togliamo tutte le viti visibili, anche quelle della ventola e cominciamo a ripulire tutta la polvere che troveremo (a volte fa impressione..) sia nella ventola che all’interno dei condotti di rame (io ho usato un normale Phone per capelli, tenendomi a dovuta distanza).

7-sesta.jpg

Ora che è tutto lindo e splendente, girate il dissipatore sulla parte a contatto con la Cpu e verificate che sia ancora presente la pasta termica, nel caso sia compremesso lo strato originario, ripulite il tutto, anche i rimasugli sulla Cpu, MOLTO DELICATAMENTE, e applicatene dell’altra!

8-settima.jpg 9-ottava.jpg
10-nona.jpg

Non costa molto e ce ne occorre giusto uno strato! Quindi un flaconcino puo’ essere usato per svariate volte.
Ora rimontate il tutto ricordandovi di ricollegare l’alimentazione della ventola =)
Mi sento di consigliarvi anche di acquistare un tappetino (costa circa 30 euro) che isola il notebook dal piano di lavoro e ha funzione di dissipare ulteriormente il calore prodotto dal notebook =) !

11-penultima.jpg

Rimontato il tutto, il Pc lavorerà bello al fresco =)

12-ultima.jpg

Annunci

12 Responses to Come raffreddare i bollenti spiriti =)

  1. Flying day ha detto:

    Ho un problema, non riesco a riporre in ordine i fili nel dissipatore.
    Hai spiegato troppo frettolosamente la fase di chiusura. Aspetto tue notizie.

  2. ipnox ha detto:

    That’s ok
    hai ragione ho tralasciato la richiusura perchè non volevo essere troppo
    prolisso nel post:
    parlando di fili del dissipatore credo ti riferisca al filo di alimentazione della ventola,
    questo se ricordi bene quando hai smontato il pc, l’hai sfilato da una piccola lemella metallica
    (ancorata alla scheda madre) che lo bloccava, non devi far altro che riposizionare il filo
    sotto questa piccola lamella, e ricollegarlo all’alimentazione

  3. Flying day ha detto:

    Perfetto.Grazie.
    Mi avanza una vite del dissipatore ma penso sia uguale. Comunque volevo dare un consiglio a tutti quelli che visitano il tuo blog, un mio amico mi ha consigliato di mettere al posto di quella pasta che dicevi, del dentifricio.
    Mi ha detto che la pasta che si mette serve per isolare e per tenere fresco il pc, quindi mi ha consigliato di mettere il dentifricio. Domani quando lo accenderò dal lavoro saprò dirvi. Grazie di tutto per ora.

  4. ipnox ha detto:

    Di fatto la pasta termoconduttiva (che ho chiamato qui termica) toglie, per la sua densità, l’aria tra il dissipatore e la Cpu, in questo modo il dissipatore si riscalda piu’ facilmente; il fatto che anche il dentifricio possa essere un valido conduttore mi giunge nuovo, pero’ tutto è possibile!
    Facci sapere!

  5. Genius at work ha detto:

    Ciao a tutti!
    E’ vero confermo ciò che dice Flying, il dentrificio funziona bene, personalmente ho visto mettere la colla artiglio e funziona benissimo. Gran bel blog, continua così, voto 8+.
    A presto!

  6. ipnox ha detto:

    Grazie per i complimenti! =)
    speriamo di riuscire a procedere bene!
    Grazie dei consigli e della visita!
    a presto

  7. Flying day ha detto:

    Ragazzi non lo fate, non mettete il dentifricio. Lunedì in ufficio il portatile dopo trenta minuti mi ha preso fuoco ed è andata a fuoco tutta la scrivania. L’unico risultato che ho ottenuto è una sospensione e l’avvio del processo di licenziamento.

  8. Alberto ha detto:

    non può essere vero…non puoi aver davvero messo del dentifricio al posto della pasta termica…non ci credo..

  9. Spinoza ha detto:

    See, figurati se gli ha preso veramente fuoco…

  10. No flying no day no dice ha detto:

    Se hai davvero messo il dentifricio meriti un NOBEL. Se davvero ti ha preso fuoco, cosa che dubito fortemente (mal che vada si brucia la cpu), ne meriti due.
    Se ti hanno anche licenziato allora è meglio che il computer lo lasci usare ad altri!

    La pasta termica, per dovere di cronaca, serve non ad isolare ma a condurre il calore al sistema di dissipazione. La pasta termica spesso contiene ioni metallici (Argento, per questo costa un botto) che sono rinomati per la conduzione del calore. Se ci infili un isolante invece di un conduttore sicuro non fai una bella cosa!

    PS: scusate il ritardo ma ho letto e non ho resistito, anche se sono passati anni!
    PPS: la prossima volta metti il computer acceso nell’acqua, vedrai come si raffredda bene (ovviamente sto scherzando!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: