Come raffreddare i bollenti spiriti =)

marzo 1, 2008

In questo post spiegherò come ripulire il proprio notebook dalle insidie della polvere: il peggior nemico, infatti, delle piccole ventole dei notebook è proprio questa, che senza alcun filtro entra nel circuito di raffreddamento e impedisce una corretta areazione!
Questo causa un surriscaldamento del pc, in particolare della Cpu!

Fortunatamente i sistemi operativi “sentono” questo calore anomalo e impediscono il danneggiarsi del notebook, forzando lo spegnimento del computer. Sicuramente, pero’, non è positivo avere una Cpu che lavora ad alte temperature e a lungo andare puo’ causare danni irreparabili: vediamo dunque come evitarlo!
Quanto segue è da intendersi come semplici direttive, non mi prendo alcuna responsabilità su danni riportati ai vostri notebook.

Ho preso in esame il mio notebook, un Acer Aspire 1360, credo pero’ che la procedura sia comune alla maggior parte dei modelli Acer!
Prima di tutto, assicuriamoci che l’alimentazione sia interrotta e quindi togliamo la batteria dal notebook, in secondo luogo cominciamo a smontare i pannelli superiori:
togliamo le due mascherine con un cacciavite, smuovendole delicatamente.

1-prima2.jpg

E’ sottointeso che tutte le procedure sono da attuarsi con estrema cura e con molta pazienza.

Tolte le mascherine, togliete le viti, e, sollevate la mascherina centrale, aiutandovi sempre con un cacciavite e sollevando anche la parte della mascherina incastrata sul retro.

2-prima-2.jpg 3-seconda.jpg

Smontata la mascherina, dobbiamo rimuovere la tastiera, per far questo dovete semplicemente farla scivolare verso il monitor, sempre con molta delicatezza, poiché è vitale non danneggiare i collegamenti con la scheda madre.

4-terza.jpg

Ora abbiamo davanti la nostra ventola incriminata e il dissipatore della Cpu!

5-quarta.jpg

Togliamo le viti, seguendo l’ordine numerico stampato sul dissipatore, e stacchiamo l’alimentazione della ventola.

6-quinta.jpg

Ora concentriamoci sulla pulizia del dissipatore: prima di tutto togliamo tutte le viti visibili, anche quelle della ventola e cominciamo a ripulire tutta la polvere che troveremo (a volte fa impressione..) sia nella ventola che all’interno dei condotti di rame (io ho usato un normale Phone per capelli, tenendomi a dovuta distanza).

7-sesta.jpg

Ora che è tutto lindo e splendente, girate il dissipatore sulla parte a contatto con la Cpu e verificate che sia ancora presente la pasta termica, nel caso sia compremesso lo strato originario, ripulite il tutto, anche i rimasugli sulla Cpu, MOLTO DELICATAMENTE, e applicatene dell’altra!

8-settima.jpg 9-ottava.jpg
10-nona.jpg

Non costa molto e ce ne occorre giusto uno strato! Quindi un flaconcino puo’ essere usato per svariate volte.
Ora rimontate il tutto ricordandovi di ricollegare l’alimentazione della ventola =)
Mi sento di consigliarvi anche di acquistare un tappetino (costa circa 30 euro) che isola il notebook dal piano di lavoro e ha funzione di dissipare ulteriormente il calore prodotto dal notebook =) !

11-penultima.jpg

Rimontato il tutto, il Pc lavorerà bello al fresco =)

12-ultima.jpg

Annunci